Status quo e obiettivi resi trasparenti

13-lug-2021

Linde MH presenta il rapporto sulla sostenibilità 2020

Lo specialista della movimentazione merci Linde Material Handling (Linde MH) di Aschaffenburg presenta il suo rapporto sulla sostenibilità per il 2020. Fa il punto su importanti aspetti sociali, ecologici ed economici delle attività dell'azienda e formula obiettivi concreti. La sostenibilità è saldamente ancorata nella strategia aziendale. Aggiornamenti regolari continueranno a documentare i progressi fatti in futuro.

"Noi di Linde Material Handling siamo convinti che la sostenibilità sia diventata un fattore decisivo", dice Stefan Prokosch, Senior Vice President Brand Management di Linde MH. "Così facendo, ci concentriamo sia sulle nostre pratiche commerciali sostenibili che sui prodotti e sulle soluzioni che produciamo". L'azienda di intralogistica vuole essere un partner responsabile e affidabile per i suoi clienti e sostenerli nel raggiungimento dei loro obiettivi di sostenibilità con tecnologie innovative. Il rapporto di sostenibilità riassume lo status quo e gli obiettivi per i prossimi anni. Il documento si basa sugli standard internazionali per il reporting di sostenibilità della Global Reporting Initiative (GRI). È disponibile per il download in formato PDF sul sito web di Linde MH.

Linde MH riferisce sulle proprie attività dal 2014 e presenta una guida completa con il lavoro attuale: La sezione principale, che copre l'organizzazione e la strategia aziendale, il profilo del datore di lavoro, i dipendenti, la salute, la sicurezza e l'ambiente, i prodotti e le catene di fornitura, e la responsabilità sociale, è seguita da un'appendice dettagliata con cifre chiave rilevanti in forma di tabella. C'è un chiaro impegno verso la gestione sostenibile e questo obiettivo, insieme alla soddisfazione del cliente e alla crescita redditizia, forma una triade all'interno della strategia aziendale 2027. "Per noi, l'azione sostenibile è una misura del successo perché assicura il futuro della nostra azienda", spiega Hans-Georg Connor, Direttore Salute, Sicurezza e Ambiente di Linde MH. Per raggiungere questo obiettivo, vengono formulati obiettivi concreti: Un rating EcoVadis di almeno 75 punti entro il 2027, una riduzione degli incidenti segnalabili del cinque per cento all'anno, la certificazione di tutti i siti aziendali a ISO 14001 e ISO 45001 entro il 2024, e un tasso medio di malattia non superiore al 3,3 per cento per il 2021.

Il rapporto cita i dipendenti di Linde MH come pilastro portante. L'azienda internazionale si presenta come un datore di lavoro attraente, offrendo opportunità di carriera, lavoro di squadra e formazione continua, tra le altre cose, e ha mantenuto il suo alto livello di impegno nella formazione durante i due anni della pandemia di Corona. In tutta Europa, c'erano 334 apprendisti in 14 professioni e 30 studenti in dieci programmi di studio duale a tempo parziale in Germania nell'anno in questione.

Linde Rapporto sulla sostenibilità 2020

Il rapporto sulla sostenibilità di Linde Material Handling per il 2020 fa il punto su importanti aspetti sociali, ecologici ed economici delle attività dell'azienda e formula obiettivi specifici per il futuro.

Un altro capitolo è dedicato al tema della salute, sicurezza e ambiente (HSE). Vengono menzionate le misure e gli obiettivi con cui la salute dei dipendenti deve essere mantenuta e gli incidenti devono essere evitati il più possibile. Lo stesso vale per l'area della protezione ambientale: una prima pietra miliare è ridurre i gas serra legati all'energia del 30% entro il 2027. L'impronta di CO2 nella produzione, vendita e servizi nel 2017 serve come base. Una parte della strada è già stata percorsa: circa il 79 per cento degli acquisti di energia elettrica provengono da fonti rinnovabili nel 2020.

Il rapporto di 57 pagine dedica uno spazio considerevole al contributo che Linde MH dà alla maggiore sostenibilità con i suoi prodotti e soluzioni. Il brand manager Stefan Prokosch spiega perché l'attenzione si concentra sulla fase di utilizzo dei prodotti: "È qui che si trova la maggiore leva per la protezione del clima. Questo è quello che ci dicono le valutazioni del ciclo di vita. E con la nuova generazione di carrelli elevatori elettrici di Linde, stiamo creando un altro prerequisito per raggiungere la neutralità di CO2 a lungo termine". Il tema dell'energia gioca un ruolo importante per Linde MH. Prokosch: "Vogliamo essere consulenti energetici per i nostri clienti e fornire la soluzione migliore per ogni applicazione. Per fare questo, abbiamo la più ampia gamma di opzioni energetiche disponibili. Esiste già una soluzione valida per il riciclaggio delle batterie agli ioni di litio. La sfida rimane il riciclaggio delle cellule, dove il tasso di riciclaggio è ancora basso oggi". Qui, l'azienda lavora a stretto contatto con i produttori di batterie.

Con le numerose soluzioni di sicurezza, c'è anche un concetto olistico per migliorare la sicurezza nell'intralogistica. Oltre ai sistemi di assistenza basati su sensori e banda ultralarga, ciò include la consulenza sulla sicurezza che può essere utilizzata per identificare e mitigare i punti critici per la sicurezza nell'operazione. Ultimo ma non meno importante, l'alta qualità del prodotto dei carrelli industriali contribuisce anche all'uso responsabile delle risorse.

I principi di Linde Material Handling relativi al comportamento dei fornitori stanno diventando sempre più importanti. Essi stabiliscono la chiara aspettativa che i diritti umani siano rispettati e che gli standard sociali internazionali siano rispettati. Questi includono, in particolare, la proibizione del lavoro minorile e del lavoro forzato in conformità con i requisiti dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e l'applicazione degli standard minimi legali, di salute e sicurezza. Al fine di ottenere la massima trasparenza possibile sulla sostenibilità della catena di fornitura, si punta a un rating EcoVadis o a un rating comparabile per i fornitori: il 25% dei fornitori strategici di alto livello deve esserlo entro il 2022, il 100% dei fornitori strategici e ad alto rischio entro il 2023 e il 100% dei fornitori diretti entro il 2025. Inoltre, i requisiti minimi di sostenibilità nella catena di fornitura devono essere definiti e comunicati entro il 2023, e dal 2027 devono essere obbligatori per tutti i fornitori.

Contatto per la stampa di Linde Material Handling Schweiz AG:

Julia Sonnenburg
Head of Marketing

Tel.: +41 44 835 23 05
Cell: +41 79 344 47 76

E-mail: julia.sonnenburg@linde-mh.ch