La protezione degli scaffali e il controllo del montante reinventati

28-gen-2021

Opzioni di equipaggiamento innovative per i carrelli elevatori retrattili di Linde

Un sensore, che previene gli impatti di collisione contro gli scaffali, e una leva multifunzione, che consente una gestione efficiente delle funzioni di guida, avanzamento e sollevamento e non pesa sulle articolazioni: sono i due nuovi optional disponibili sin da subito per i carrelli elevatori retrattili di Linde Material Handling. I responsabili dei parchi di vetture possono così ridurre i costi e incrementare la produttività, mentre i carrellisti possono dedicare tutta la loro attenzione esclusivamente al handling della merce.

Gli impatti di collisione sugli scaffali sono una grande noia per i responsabili di magazzino, poiché possono comportare gravi perdite economiche e di tempo. Un supporto di scaffale tamponato e dei montanti distrutti sono spesso il risultato di dipendenti su carrelli elevatori retrattili che manovrano davanti allo scaffale e, durante le operazioni di carico/scarico delle merci, mantengono lo sguardo verso l’alto. “Ben presto, l’operatore perde l’attenzione su quello che avviene a livello terra,” spiega Alexander Schmidt, Senior Product Manager Reach Trucks di Linde Material Handling. Delle ricerche di mercato avrebbero rilevato, che i danni vengono principalmente causati dai bracci di carico, mentre di rado con il carico, le forche o lo chassis. «Basta una disattenzione minima per generare gravi intralci nelle attività del magazzino,» spiega Alexander Schmidt. «Se il telaio dello scaffale viene tamponato su una lunghezza di un metro, causando una rientranza di sei millimetri, lo scaffale può perdere fino a un terzo della sua capacità di carico. Le postazioni dello scaffale in prossimità del contatto non possono essere occupate e diminuisce anche la capacità del deposito. Le operazioni di riparazione del danno e di sostituzione del supporto di scaffale danneggiato sono molto dispendiose, poiché tutte le posizioni alla destra e alla sinistra del telaio dello scaffale danneggiato devono essere sgomberate e la merce deve essere spostata temporaneamente in un altro luogo. Tutto ciò richiede tempo di lavoro e ulteriore spazio di deposito, disturba lo svolgimento dei lavori e, pertanto, diminuisce la produttività nel deposito,» con queste parole il Senior Product Manager descrive le conseguenze negative.

Rack Protection Sensor (RPS)

Il sensore anticollisione per scaffali per carrelli elevatori retrattili di Linde Material Handling rileva gli oggetti che si concentrano nel fascio di luce davanti a loro. Se viene rilevato un ostacolo, il sistema di assistenza rallenta in modo dinamico il carrello elevatore, evitando così eventuali danni.

Con il sensore anticollisione per scaffali (Rack Protection Sensor – RPS) Linde Material Handling affronta direttamente questa problematica. Due sensori di luminosità speciali, installati all’interno di un alloggiamento protettivo sopra i bracci di carico, rilevano gli oggetti che si concentrano nel fascio di luce davanti a loro. Se viene rilevato un ostacolo, il sistema di assistenza rallenta in modo dinamico il carrello elevatore, evitando così eventuali danni. I sensori si attivano con una velocità di marcia inferiore a 5 km/h – questa velocità corrisponde all’andatura tipica durante le manovre tra scaffali. Quando l’utente porta il veicolo oltre a questa soglia, per esempio per coprire distanze più lunghe, il sistema brevettato si spegne automaticamente. Secondo quanto afferma Alexander Schmidt, questa tecnologia si presta particolarmente bene per le circostanze presenti in magazzino, poiché funziona sia con luce artificiale sia con la luce diurna e solare.

Rack Protection Sensor (RPS)

Il sensore anticollisione per scaffali per carrelli elevatori retrattili di Linde Material Handling agisce da «occhio aggiuntivo a livello terra» che fornisce aiuto prezioso, mentre l’autista manovra il mezzo in modo veloce e sicuro.

Il sistema RPS risulta molto utile negli stabilimenti in cui vengono impiegati conducenti sempre nuovi o su base temporanea. «Le persone spesso hanno poca esperienza e non inquadrano correttamente le dimensioni del carrello elevatore retrattile,» spiega il Responsabile di prodotto di Linde. Il sistema RPS diventa così un «occhio aggiuntivo a livello terra» che fornisce aiuto prezioso, mentre l’autista può concentrarsi a manovrare il mezzo pesante in modo veloce e, al contempo, sicuro.

RPS è disponibile come optional per i modelli Performance delle gamme di carrelli elevatori retrattili di Linde da R14 fino a R25, nell’intervallo di carico da 1,4 fino a 2,5 tonnellate. Il sistema di assistenza sarà presto anche disponibile come optional da installare in un secondo momento.

Leva multifunzione

La leva multifunzione di nuova concezione rende il comando dei carrelli elevatori retrattili Linde ancora più comodo. Tutte le funzioni idrauliche sono raccolte in un unico elemento di comando e non è più necessario togliere o posare la mano.

Il secondo nuovo optional dello specialista del movimento di merci Linde MH è una leva multifunzione di nuova concezione. La leva rende le operazioni di comando del carrello elevatore retrattile ancora più comode, mentre dovrebbe migliorare la concentrazione e salute del/della conducente e aumentare la produttività. Questa innovativa interfaccia tra uomo e macchina è stata sviluppata di concerto con la società per lo sviluppo della riverca applicata, il Fraunhofer Institut (IAO), e Porsche Industriedesign, prendendo spunto da uno studio sull’ergonomia. Il risultato è un joystick facile da azionare in tutte e quattro le direzioni, su cui la mano poggia con naturalezza. La sagoma allungata lateralmente verso destra migliora la presa delle mani grandi e piccole. Basta un leggero movimento del polso e delle dita per svolgere in modo intuitivo le funzioni di guida, avanzamento e sollevamento. Tutte le funzioni idrauliche sono raccolte in un unico elemento di comando e non è più necessario togliere o posare la mano. Si aumenta così la produttività e i comandi diventano intuitivi. Muovendo l’intera leva in avanti o indietro, il montante di sollevamento sale o scende. L’avanzamento del montante viene, invece, regolato spostando la leva a destra o a sinistra.

Leva multifunzione

È disponibile adesso una leva multifunzione opzionale che consente di comandare il carrello elevatore retrattile Linde. Nella leva sono state integrate numerose funzioni: elevamento/abbassamento del montante di sollevamento, avanzamento del montante, inclinazione della piastra porta forche e traslatore laterale, oltre al clacson e all’interruttore di senso di marcia.

Prima posizionati sul bracciolo, i due interruttori a levetta sul grande joystick servono per controllare l’inclinazione della piastra porta forche e i traslatori laterali; inoltre, racchiudono due funzioni: l’inclinazione e il posizionamento in orizzontale della piastra porta forche o l’allineamento e il centraggio del traslatore laterale. Sul lato sinistro della leva multifunzione vi sono, invece, il clacson e l’interruttore del senso di marcia. Un vantaggio enorme degli elementi posizionati in maniera funzionale all’uso: tutti i comandi di controllo possono essere svolti in modo intuitivo, anche quando si indossano dei guanti. In questo modo, l’attenzione del/della conducente rimane costantemente sulle manovre con il carico.

Contatto per la stampa Linde Material Handling Schweiz AG:

Julia Sonnenburg
Head of Marketing

Tel : +41 44 835 23 05
Mobil : +41 79 344 47 76
E-mail : julia.sonnenburg@linde-mh.ch